Ultimo aggiornamento: aprile 2019.

  1. 10posti.it
  2. Città d’arte
  3. Portogallo
  4. Oporto

10 posti da visitare a Oporto

Itinerario turistico a Oporto: dove andare e cosa vedere in 1, 2, 3 o 4 giorni.

Lungomare a Porto, Portogallo

Oporto (Porto) è la seconda città per dimensioni del Portogallo. Si trova sulla riva destra del fiume Douro. Per lungo tempo Oporto fu in un terribile stato di degrado. Col tempo ne fu pianificata la ristrutturazione, in seguito alla quale la città venne trasformata. Chi ha visitato Oporto prima della ristrutturazione forse preferisce la parte vecchia della città, unica nel suo genere e lontana dalle solite località turistiche: dappertutto si potevano notare pareti e vie sporche e trascurate.

Uno dei quartieri più caratteristici della città è quello della Ribeira. Qui si uniscono i due aspetti della città: le zone attraenti, variopinte, dove i turisti scattano foto ad ogni passo e angoli in stato di abbandono.

Quindi, cosa fare a Oporto? Vi consigliamo di visitare tutta la città. Oporto è una città confortevole, economica e del tutto sicura. Potete visitare i principali luoghi d'interesse in due giorni, il che rende Oporto una città ideale da visitare in un fine settimana. In fondo alla pagina trovate la mappa della città.

Vi proponiamo 10 posti da visitare durante una vacanza o un weekend a Oporto.

Cercate un alloggio a Oporto? Utilizzate il comodo sistema di ricerca di booking.com. Per risparmiare confrontate i prezzi di più di 50 siti su hotelscombined.com: troverete il prezzo più basso per la stanza da voi prescelta.

Il Quartiere di Ribeira a Oporto

1

10posti.it consiglia di iniziare la visita di Oporto dal quartiere di Ribeira, lungo il fiume Douro. Questo quartiere attira l’attenzione dei turisti per la sua insolita architettura ed è inserito nella lista dei luoghi patrimonio culturale dell’umanità dell’UNESCO.

Quartiere di Ribeira a Porto, Portogallo
Quartiere di Ribeira a Porto

Per le case di questo quartiere sono caratteristici i seguenti aspetti:

  • piccole dimensioni;
  • facciate colorate e variopinte;
  • balconi decorati di fiori;
  • posizionamento l’una a fianco all’altra.

Gli abitanti passeggiano per le strette viuzze senza fretta, o fanno una siesta all’ombra degli alberi. Tutto ciò crea un paesaggio urbano unico.

Le case più antiche, non curate, si trovano sulla costa. Un terzo degli edifici è letteralmente abbandonato per questo le persone qui sono molto poche, soprattutto alla sera.

Nella parte inferiore di Ribeira si trova il ponte in ferro Dom Luis I (maggiori informazioni al punto 3) che collega Oporto alla vicina città di Vila Nova de Gaia. Intorno al ponte e lungo la riva del Douro potrete ammirare numerose barche, recipienti, botti che nel corso di molti secoli furono utilizzati per il trasporto del Porto dalle cantine di produzione ai magazzini. Oggi il ponte è soprattutto meta di passeggiate dei turisti in riva al fiume.

Chiesa di San Francesco a Oporto

2

All’esterno la Chiesa di San Francesco sembra una chiesa normale, ma al suo interno questo stupendo edificio religioso del Portogallo si rivela essere uno dei luoghi di culto più riccamente decorato d’Europa. La Chiesa è in stile barocco e gotico. La sua costruzione durò quasi 200 anni (1233-1400).

Chiesa di San Francesco a Porto, Portogallo
Chiesa di San Francesco a Porto

La visita alla Chiesa di San Francesco è un’ottima occasione per ammirare una imponente costruzione realizzata in stile gotico. Le rifiniture interne sono in stile barocco. Tutti gli altari, gli archi e le colonne sono in legno ricoperto d’oro. Per la realizzazione delle decorazioni interne e della ricopertura in oro ci sono voluti circa 370 kg d’oro.

Tra tutte le chiese realizzate in stile analogo, la chiesa di San Francesco è considerata la più bella e lussuosa. Una volta che i vostri occhi si saranno abituati allo sberluccichio dorato, illuminato dai raggi di luce che filtrano dalle finestre, potrete ammirare le riproduzioni di motivi floreali, di piante e animali.

Attualmente in questa chiesa non si svolgono cerimonie, viene utilizzata solo per organizzare concerti di musica classica. Al suo interno è anche stato aperto un museo, tuttora in funzione.

Orari: 9.00-17.30 (in inverno); 9.00-19.00 (in primavera e autunno); 9.00-20.00 (in estate).

Quanto costa: chiesa gratuita; catacombe e museo 3,50 euro.

Il Ponte di Dom Luis I a Oporto

3

Gli allievi di Gustave Eiffel, padre della famosa Torre Eiffel a Parigi e della Statua della Libertà negli USA, hanno diffuso i suoi studi in molte parti del mondo. Il ponte di Dom Luis I è una delle opere di Théophile Seyrig, appunto allievo di Eiffel.

Ponte Dom Luís I, Portogallo
Ponte Dom Luís I

Seyrig elaborò autonomamente il design del ponte e, visto il risultato, fu uno dei migliori studenti di Eiffel. Soprattutto impressionano le rifiniture decorative del ponte, in particolare di notte o al tramonto.

Il Ponte di Dom Luis I fu costruito nel 1881, ma venne inaugurato solo nel 1886. Il ponte è realizzato su due livelli. Sul livello superiore si trova la metropolitana, sulla quale passa un treno ad alta velocità che collega le due città. Il livello inferiore è destinato agli autobus, ai tram e ai pedoni.

Oggi il ponte di ferro Dom Luis I è il simbolo della città. Pesa più di 3000 tonnellate ed è alto 45 metri. Una delle tappe obbligatorie di un viaggio turistico a Oporto è proprio la passeggiata sul ponte.

La Cattedrale di Sé a Oporto

4

La Cattedrale di Sé è uno dei monumenti architettonici più antichi di Oporto. La sua costruzione è in stile romanico: al centro si trova una grande finestra, sui lati due torri gemelle con cupole su ogni lato.

Cattedrale di Porto, Portogallo
Cattedrale di Porto

L’inizio della costruzione risale al 1200. Nei primi 100 anni essa fu sottoposta a molte modifiche. Gli interni della cattedrale sono piuttosto semplici, arricchiti da tre navate e da un altare in stile barocco. L’altare è la parte più pregiata di tutto l’edificio. Durante la sua costruzione furono utilizzati circa 800 kg di argento. Nel 1809 vi fu il rischio di perdere l’altare, ma esso fu salvato dai francesi con l’aiuto di una parete temporanea dietro al quale l’altare fu nascosto. Un altro importante elemento della chiesa è il cortiletto (claustro), realizzato in stile gotico, tipico del XIV secolo.

Dalla cattedrale si apre una stupenda vista sul quartiere di Ribeira e sul fiume Douro. La colonna in stile manuelino che si erge al centro della piazza fu a lungo utilizzata per l’organizzazione di fiere e per la tortura dei condannati.

Dove si trova: Rua Terreiro da Sé.

Come arrivare: a piedi da Ribeira. Dalla metropolitana São Bento salire sul colle per 400 metri.

Orari: ogni giorno dalle 9 del mattino alle 7 di sera. Festivi: Pasqua e Natale.

Quanto costa: cattedrale gratuita; convento 3 euro.

Libreria Lello a Oporto

5

Secondo molti “Lello” è la libreria più impressionante al mondo. Attira turisti non solo per i libri, ma anche per la sua atmosfera insolita e per la sua architettura.

Libreria Lello a Porto, Portogallo
Libreria Lello a Porto

Il negozio Lello è considerato una vera e propria “cattedrale del libro”. Fu costruito dall’ingegnere e politico portoghese Francisco Xavier Esteves. Fu inaugurato nel 1906.

L’atmosfera magica, la fusione di gotico e moderno, la diversità degli interni, sono tutti elementi di Lello. Qui c’è addirittura la propria “linea del tram” lungo la quale si distribuiscono i libri nelle diverse sezioni con l’aiuto di un carrello. La scalinata centrale con una forma insolita, sita al primo piano, conduce ai piani superiori dove si trova un bar al quale è possibile sedersi e godere dell’atmosfera dell’ambiente. Altrettanto interessante è la facciata esterna, realizzata in stile gotico. Nella libreria è vietato scattare foto, ma è sempre possibile fare qualche scatto senza farsi notare.

Dove si trova: R. das Carmelitas 144, parte superiore di Ribeira.

Come arrivare: stazione della metro “Aliados”.

Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.30.

Stazione centrale di São Bento a Oporto

6

Molto spesso i turisti raggiungono la stazione centrale di Oporto solo per ammirarne l’architettura. Si tratta di uno dei posti più visitati dai turisti in tutta Oporto.

Stazione Centrale di San Bento a Porto, Portogallo
Stazione Centrale di San Bento a Porto

La semplice facciata della stazione di São Bento (San Benedetto) ne nasconde l’anima: infatti, tutta la sua bellezza si trova all’interno dell’edificio. Gli interni della stazione sono decorati da 20.000 piastrelle di azulejo bianche e azzurre. Esse furono applicate nel 1900 su progetto del famoso decoratore portoghese Jorge Colaco. Il mosaico bianco e azzurro ricopre una superficie di 551 metri quadrati.

Nel 1896 alla stazione arrivò il primo treno, ma la sua inaugurazione ufficiale fu celebrata solo nel 1916. Durante la passeggiata alla stazione apprezzerete il colore delle piastrelle che riproducono la storia dello sviluppo dei trasporti in ordine cronologico, scene tratte dalla vita di gente comune e i fatti storici più importanti del paese. Tra i racconti esposti su grandi pannelli ricordiamo l’arrivo ufficiale di D. Giovanni I con la fidanzata (Filippa di Lancaster) a Oporto.

Dove si trova: Piazza Almeida Garrett.

Come arrivare: a piedi alla fine della piazza Avenida dos Aliados oppure in metro fino alla fermata São Bento.

Il mercato di Bolhão a Oporto

7

Il mercato di Bolhão è uno degli edifici più famosi e notevoli di Oporto, dove viene ospitato il famoso mercato cittadino. Fu costruito in stile neoclassico su progetto dell’architetto Antonio Correia.

Mercato di Bolhao a Porto, Portogallo
Mercato di Bolhao a Porto

L’edificio si distingue per l’insolita struttura su due piani che ospita all’interno un cortiletto e, all’esterno una quantità di diversi locali. Il mercato fu inaugurato nel 1850, ma l’edificio nel suo aspetto attuale fu inaugurato solo nel 1914.

Se volete sapere come vivono, cosa mangiano e come si comportano gli abitanti, andate senza indugi al mercato di Bolhão. Fiori, verdure, frutta, pesce, carne, salumi, formaggi: c’è tutto l’occorrente per preparare un pranzo veloce.

Dove si trova: incrocio Sá da Bandeira.

Come arrivare: stazione della metro “Bolhão”.

Orari: da lunedì a venerdì – 7.00-17.00, sabato – 7.00-13.00, domenica chiuso.

Il Palazzo della Borsa (Palacio da Bolsa) a Oporto

8

Guardando l’edificio dall’esterno, la Borsa Valori (Palazzo di Oporto) non attira l’attenzione più di altri numerosi palazzi di Oporto. Quindi, diversi turisti non vi entrano e perdono la possibilità di apprezzare il valore interno dell’edificio.

Il Palazzo della Borsa a Porto, Portogallo
Il Palazzo della Borsa a Porto

La Borsa fu costruita nel 1842 su volontà dei trader locali. Essa doveva rappresentare la potenza commerciale del Portogallo e impressionare i leader economici europei. In questo maestoso palazzo si riunivano i rappresentanti degli stati stranieri.

Per diversi secoli l’edificio fu decorato da scultori, pittori, artisti e artigiani che lavoravano in diverse sale. Il risultato fu la creazione di un complesso di diversi stili che si univano in maniera armoniosa. Una scala, decorata da busti eseguiti da famosi scultori, collega il primo e il secondo piano.

Ogni sala della Borsa ha il proprio nome e le proprie caratteristiche architettoniche. La Sala delle Nazioni, eretta dove prima vi era un ex monastero, si distingue per la rara bellezza. Nella Sala del Tribunale, nella Sala dell’Assemblea, nella Sala Dorata si conservano famose opere d’arte. La sala più importante e più colorata è la Sala Araba. È eseguita in uno stile insolito e viene utilizzata per gli incontri con i capi di stato e altre persone famose.

Dove si trova: Rua Ferreira Borges.

Come arrivare: nella parte inferiore della Ribeira.

Orari: estate (da aprile a ottobre) 9.00-18.30; inverno (da novembre a marzo) 9.00-12.30 e 14.00-17.30.

Giorni di chiusura: 25 dicembre e 1 gennaio.

Quanto costa: 9 euro.

Cosa mangiare a Oporto?

9

Gli abitanti autoctoni di Oporto sono detti “tripeiros” (dalla parola tripe, ovvero trippa). La trippa era mangiata dagli abitanti del posto come miglior pezzo di carne che ricevevano i marinai. La razione degli abitanti di Oporto era piuttosto modesta.

Il cibo locale: bacalhau a Porto, Portogallo
Il cibo locale: bacalhau a Porto

La zuppa di trippa è tuttora il piatto principale della città. Tra i piatti più famosi di Oporto si distinguono i seguenti:

  • bacalhau (baccalà essiccato sotto sale);
  • toast;
  • pollo con salsa piccante “piri-piri”;
  • feijoada (fagioli, diversi tipi di carne, farofa (farina manioca));

Per i dolci locali si utilizzano molto le spezie (vaniglia, cannella). Il dessert più famoso è il Pastel de Belém (pasticcini ripieni di crema) e il suo analogo Pastel de nata.

Da provare e acquistare a Oporto sono senza dubbio i vini (il Porto), che viene imbottigliato nella vicina città di Vila Nova de Gaia, dall’altra parte del fiume.

Dove dormire a Oporto?

10

A Oporto non è difficile trovare dove dormire. C’è un’ampia offerta di alberghi, mini-hotel, stanze che permettono di scegliere la soluzione più ottimale per servizi e prezzo.

Gli alberghi più cari si trovano nel centro storico della città, Ribeira. È il vero cuore della vita notturna di Oporto e gli hotel del quartiere si trovano a pochi passi dai monumenti più importanti. Il prezzo medio di un hotel 3 stelle in questo quartiere si aggira intorno agli 80 euro per notte a camera.

Nei quartieri più lontani dai monumenti si possono trovare camere anche a 20 euro al giorno. Ma non dimenticate che dovete tenere conto del tempo (che non è mai troppo in un solo fine settimana) necessario per gli spostamenti in città verso il centro. Il periodo più movimentato è alla fine della primavera – inizio autunno, quindi vi consigliamo di prenotare una camera per tempo.

Cercate un alloggio a Oporto? Utilizzate il comodo sistema di ricerca di booking.com. Per risparmiare confrontate i prezzi di più di 50 siti su hotelscombined.com: troverete il prezzo più basso per la stanza da voi prescelta.

Testo stampato dal sito web 10posti.it